SGOCCIOLI DI CAMPIONATO

VigorPicena-BorgoSolestà 1-3
marcatori: DiCesareF., Bruni, Bruni

Settimana molto difficile per il Borgo che si è stretto intono a Walter colpito da un grave lutto familiare. Non vogliamo spendere inutili parole, che in questi casi non servono a molto, ma vogliamo dimostrare la nostra presenza soprattutto con i fatti. Questa è una squadra di calcio ma prima di essere ciò, è un gruppo di ragazzi e di amici!!!!!

















 





 

Nel penultimo incontro di campionato il Borgo vede misurarsi con la VigorPicena, squadra che non ha più nulla da chiedere al Campionato, ma che si è dimostrato avversario sempre molto ostico per i gialloblu. All'andata l'inconro finì con un rotondo 5a2, ma nella prima frazione di gioco il Borgo, raggiunto il doppio vantaggio, si fece raggiungere sul 2a2. Incontro quindi molto temibile soprattutto psicologicamente per la Amatucci's band.

Mr.Amatucci dispone i suoi con un classico 4-4-2. In porta il capitano Croci, la difesa formata da: Celani a destra, Gandelli e Pagnotta centrali (vista la squalifica di Scielzo) e a sinistra Petrelli. A centrocampo vediamo i fratelli DiCesare con Nardini e Cesari. Le due punte sono Alimandi e Piermarini con Bruni relegato in panchina. La prima frazione di gioco vede i gialloblu che provano a fare gioco ma non riescono a finalizzae le azioni che costruiscono, ed una Vigor che incassa e prova a ripatire in contropiede. Amatucci prova a fare qualcosa invertendo inizialmente gli esterni, ma poi opta per un cambio tattico avanzando ClaudioDiCesare a supporto delle punte. Nonostante ciò il primo tempo termina sul punteggio di 0-0. 
Al rientro in campo, la situazione resta invariata anche se si iniziano a muovere diversi uomini sulla panchina del Borgo. La voglia infatti di portarsi in vantaggio è tanta. Il primo a subentrare è Bruni che rileva Cesari. Passano pochi secondi infatti e, grazie ad un errore del portiere che sbaglia luscita, arriva il vantaggio di FabrizioDiCesare, che su assist del fratello, è abile ed attento ad anticiparlo sul tempo, con un colpo di testa che si infila lentamente in rete 1-0 . La gara si mette in discesa e all'azione successiva arriva subito il raddoppio. Assist ancora di ClaudioDiCesare per Bruni che alla prima occasione personale non perdona. Bel tiro ad incrociare e partita in cassaforte 2-0. Inizia il valzer delle sostituzioni, entrano Guerrieri, Pizi, Cappelli e Felli ma la partita è ormai più che chiusa. La Vigor infatti cerca solo di parare le offensive della squadra di casa limitando il passivo. Le occasioni fioccano, prima arriva il goal del 3-0 ancora di Bruni con un tiro dal limite, poi però l'egosimo inizia a fare da padrone. Prima un fuorigioco(dubbio) poi il legno fermano ancora Bruni che cerca la tripletta personale. Alimandi e Cappelli cercano anche loro di lasciare la propria firma sull'incontro e così molte occasioni sfumano.  Il risultato? La Vigor conquista un rigore che fissa definitivamente il risultato. Il finale da Monterocco è di 1-3.

AVANTI BORGO!!!!!!!

VITTORIA OBBLIGATA

BorgoSolestà-Orsini 2-0
marcatori: Piermarini, Piermarini


 



















Gara delicatissima questa della 24°giornata. La capolista Orsini, a tre giornate dal termine, dovrà affrontare il Borgo, decisamente nel periodo meno azzeccato. Dopo lo scivolone patito con il Venagrande, infatti i gialloblu del Presidente Procaccini, non possono più sbagliare. In campo quindi ci saranno due squadre agguerrite. I padroni di casa che si giocheranno i play-off, ed i neroverdi che invece, dopo averlo dominato, si giocheranno il Campionato.

Formazione confermata per 9/11 dopo la vittoria di mercoledì sera. Le novità sono Filipponi e Alimandi che rilevano gli acciaccati Gandelli e Bruni. Il primo si accomoda in panchina mentre il secondo viene, precauzionalmente, spedito in tribuna. Petrelli di conseguenza gioca da centrale con Filipponi che ritrova il posto sulla sinistra. I locali tornano ad indossare il completino oro. Pronti partenza e via ed i neroverdi trovano subito il goal del vantaggio, ma viene annullato giustamente per fuorigioco. La gara, nonostante lo spavento del primo minuto, non è entusiasmante, ci si aspetterebbe tanto invece la prima mezz'ora è soporifera ed il gioco è continuamente spezzettato. A svegliare tutti ci pensa però Piermarini che con un bolide dalla distanza, di esterno sinistro, trafigge il portiere ospite. Per lui proprio un eurogoal, il quinto in Campionato, decisamente il più bello da quando è al Borgo. Il digiuno termina finalmente proprio contro gli Orsini che erano stati l'ultima vittima di BomberPierma che non è riuscito a dare continuità per colpa di una caviglia maledetta. E' a questo punto che gli ospiti sotto di una rete, e di conseguenza secondi in classifica, si scuotono e provano a pareggiare.  Le iniziative però, portano ad un nulla di fatto. La difesa del Borgo regge bene le iniziative degli avversari che davanti si rendono davvero poco pericolosi. Il primo tempo termina sul punteggio di 1-0. 
Al rientro in campo, come previsto, la capolista cerca di porre rimedio fiondandosi costantemente nelle metà campo avversaria, con un Borgo abbastanza difensivo, che prova a dare il colpo del k.o. sfruttando le ripartenze. A sorprendere tutti è però la decisione di Mr.Amatucci che decide di rinunciare anche al contropiede. Forse impaurito, ma forte del goal di vantaggio, opta per un cambio tattico. Fuori una punta, Alimandi, e dentro un centrocampista Guerrieri. E' a questo momento che i gialloblu arrancano nella propria metà campo, trovando molte difficoltà a tener palla davanti, con l'unico Piermarini che, tra le sue caratteristiche di certo non ha quella di far salire la squadra. Piano piano il tempo scorre. Entrano Pizi e Cappelli quest'ultimo proprio in aiuto del numero 9, e proprio da un suo lancio arriva il raddoppio. Mancano infatti pochi minuti alla fine della partita, gli schemi sono saltati e gli Orsini si sbilanciano. Da un errore nasce il contropiede. Lancio verso la punta e clamoroso liscio del portiere ospite, che manca il contatto con la palla. A porta sguarnita è un gioco da ragazzi per Piermarini accompagnare la palla nel sacco. 2-0 e doppietta personale per lui, che si rivela vera e propria bestia nera degli Orsini. Sono infatti 3 su 6 totali, in campionato, i goal messi a segno proprio contro i neroverdi.  Le proteste sono tante per una presunta posizione di fuorigioco, peraltro nettissima, ma l'arbitro concede ugualmente la rete del definitivo 2a0.  Il finale da Monterocco è di 2-0 per il Borgo.

A fine partita sono numerose le proteste degli avversari che reclamano per un arbitraggio a loro giudizio scandaloso. A dir la verità, tolto il goal nel finale che era in fuorigioco, la squadra neroverde non ha dimostrato il suo vero valore. E' sembrata poco lucida e sicuramente in uno stato di forma non eccezionale. Perdere contro di noi ci poteva stare, ed è alquanto raccapricciante limitarsi a protestare a fine partita soprattutto dopo aver perso gli 8punti di vantaggio che avevano accumulato e che avevano segnato il Campionato. Ora viene il bello. Il Borgo con questa vittoria guadagna i play-off, salvo clamorosi inciampi nelle ultime due partite contro VigorPicena e poi Poggio. Il primo posto ora è in mano del PonteD'Arli che all'ultima giornata affronterà un agguerrito Sporting, pronto a far di tutto per rientrare nel giro dei play-off, dopo aver scontato il turno di riposo. Le inseguitrici (PortaRomana e Orsini) ci sperano.

2 rigori ci sbattano fuori COPPA MARCHE

BorgoSolestà-AudaceGrottazzolina 2-1
marcatori: Felli, Felli

















Gli spettatori sono quelli delle grandi occasioni. Forti del goal dell'andata, maturato su calcio di rigore, l'AudaceGrottazzolina parte con questo piccolo vintaggio. Dal suo canto, la squadra di Mr.Amatucci, dopo le ultime battute d'arresto, cercherà con tutte le sue forze il riscatto, per approdare in finale e giocarsi così il pass valido per la Seconda Categoria. Le premesse per vedere una partita spettacolare ci sono tutte.

Torna tra i pali il capitano, Croci. In difesa, a destra c'è Celani, Scielzo e Gandelli formano la solita coppia centrale con Petrelli terzino sinistro. A centrocampo c'è la novità. Giocano contemporaneamente i fratelli DiCesare. Fabrizio gioca da ala destra, mentre Claudio è il regista della squadra. Completano Nardini e Felli che invece staziona sulla sinistra. Davanti Bruni-Piermarini.  La partita è totalmente in mano dei padroni di casa che forti del fattore campo, attaccano a testa bassa, per portare subito, sul risultato di parità, la sfida. L'approccio alla partita c'è. L'AudaceGrottazzolina, si limita  a parare le sfuriate dei solestanti, spazzando a più non posso senza nemmeno provare ad affondare il colpo in contropiede. Quando poi deve difendersi dalle iniziative personali, usa le maniere forti. Diversi infatti sono i falli che l'arbitro avrebbe dovuto sanzionare con il cartellino giallo. Bruni e Piermarini ci provano dalla distanza e proprio da un bel tiro di quest'ultimo arriva la migliore occasione del primo tempo che viene però sventata in calcio d'angolo. Dopo 45minuti, interamente di marca gialloblu, dove per il momento il rinuncio al gioco da parte degli ospiti, si sta rilevando la mossa giusta, si va al riposo. Il primo tempo termina sul punteggio di 0-0. 
Al rientro in campo, la situazione resta invariata. La voglia infatti di andare avanti nella Coppa è grande, anche perché basterebbe forse il raggiungimento della Finale stessa, per arrivare alla promozione in Seconda Categoria. Nel caso infatti, che l'altra finalista vinca il campionato automaticamente, anche in caso di sconfitta, passerebbe la seconda classificata in Coppa Marche. Bastano 10 minuti ed ecco che il risultato cambia. Su un tiro cross di Petrelli, arriva lo zampino di Felli, che all'altezza del secondo palo infila la retroguardia ospite, riportando l'assoluta parità 1-0. Il Borgo vede il traguardo avvicinarsi ancor più, e si butta a capofitto per cercare il colpo del k.o. Al 25' però....nell'unico contropiede degli ospiti arriva la beffa. Petrelli, involontariamente, tocca la gamba del suo diretto avversario, proprio sul limite dell'aria di rigore. L'arbitro concede la massima punizione e ammonisce il terzino sinistro. Dal dischetto si presenta lo stesso giocatore che ha trasformato il rigore dell'andata, purtroppo però Croci non intuisce l'angolo ed il risultato torna a favore degli avversari. 1-1. Ora sono due i goal che servono alla squadra di Mr.Amatucci per passare il turno. La fortuna sembra aiutare i padroni di casa. Passano solo 2 minuti, e sulla pressione di Bruni, arriva l'erroraccio del portiere ospite. Felli, ancora lui, è il più lesto ad approfittarne....e con un tiro(puzzetta) a porta sguarnita regala l'ultimo finale di fuoco e di conseguenza di speranza. Entra bomber Alimandi, per portare più peso all'attacco. Il gioco negli ultimi minuti è però confusionario e spezzettato, si sfruttano infatti i lunghi lanci e le mischie per apportare dei pericoli. Filipponi Cappelli e Guerrieri sono le ultime carte. L'arbitro concede  5minuti di recupero e proprio sullo scadere arriva l'ultima occasione. E' proprio l'escluso d'eccellenza, che prova a regalare la finale ai suoi. Alimandi si gira in un fazzoletto e in rovesciata indirizzata la sfera in porta, che grazie alla deviazione fortunosa del difensore, finisce alta di un soffio. Nel calcio d'angolo susseguente terminano le speranze del Borgo.  Il finale da Monterocco è di 2-1 per il locali.

Questa volta possiamo dire che è andata proprio male. Il gialloblu escono a testa alta dopo la doppia sfida, ed il rammarico di essere usciti dalla Coppa Marche è grande. Il calcio regala emozioni fortissime, ma avvolte non ripaga a pieno quanto espresso sul campo. Nonostante l'AudaceGrottazolina sia un'ottima squadra, che stà dominando il proprio Campionato, nella doppia sfida è stato il BorgoSolestà ad aver dimostrato di avere qualcosa in più' e a meritarsi quindi la Fianle . Senza subire un tiro in porta nell'arco delle due sfide, ma subendo due rigori veniamo quindi eliminati. Non ci resta adesso che concentrarci sul Campionato e di conseguenza arrivare ai play-off , con lo spirito, questo spirito, che abbiamo messo in campo e che ci ha permesso di fare ottime cose. 
AVANTI BORGO!!!!!!!

A RISCHIO PLAY-OFF

Venagrande-BorgoSolestà 3-2
marcatori: Alimandi, Alimandi















 

Eccoci arrivati così, a questa nuova sfida. Il Vengrande superato all'andata con un secco 7a1 farà di tutto per conquistare punti preziosi. Sono infatti 3 le squadre che lottano per gli ultimi 2 posti dei play-off. Oltre a loro e noi, c'è infatti lo Sporting a quota 42 che oltre ad avere il turno di riposo, da scontare nella penultima giornata, dovrà affrontare all'ultimo respiro la corazzata PonteD'Arli. 

Sono tanti i dubbi per Mr. Amatucci e con loro, anche le scelte diventano pesanti. Torna a disposizione Alimandi, che inizialmente non viene convocato, ma viene spedito con la juniores, salvo poi il ripensamento nella sera stessa. In tribuna a questo punto si accomoda Pizi. C'è la sorpresa Ubaldi in porta, con Croci che si accomoda in panchina lasciando così la fascetta di capiatano a Scielzo. In difesa, a destra c'è il rientrate Celani, che ha scontato la squalifica nel recupero, Scielzo e Gandelli centrali con Pagnotta sull'inedita posizione di terzino sinistro. Il centrocampo è formato dai soliti4 Felli DiCesareF. Nardini e Cesari. Davanti non cambia nulla Bruni-Piermarini a completare l'11 di partenza. Il primo quarto d'ora è imbarazzante. Bastano infatti solo 15min per mettere una serie ipoteca sulla partita. Uno scatenato Sammaruco mette a segno una tripletta aiutato(forse), anche dai molti errori della difesa, che mai aveva sbandato così tanto. Fino a sabato scorso infatti i gialloblu avevano la miglior difesa del torneo ed è inspiegabile questo crollo. Nelle ultime 3 patite di campionato (Sporting,PonteD'Arli e Venagrande) fatta eccezione di quella con il PortaRomana, che ci ha visto vincenti, sono ben 9 le reti subite. A determinare questi numeri, sicuramente c'è la scarsa concentrazione da parte di tutta l'intera squadra, nell'affrontare questi tipo di match. Mr. Amatucci è obbligato così ad apportare subito dei cambi. Il solito sacrificato è Celani, che insieme a Felli escono per far posto al bomber Alimandi e a Petrelli. Cambio dunque anche di modulo. Si passa al 4-3-1-2. Il primo tempo porta comunque ad un nulla di fatto. Il risultato parziale al termine della prima fraziona è di 3-0 per i padroni di casa.
La reazione nel secondo tempo è da grande squadra. Il Venagrande si rintana dentro la propria metà campo cercando di opporsi ai tentativi di recupero dei gialloblu. Arriva subito il goal di Alimandi che con un riflesso super, devia in rete un tiro di sinistro strappellato da Bruni. Continuano gli attacchi, e le paure per la squadra di casa, aumentano con l'aumentare della pericolosità. Mr. Amatucci inserisce Cappelli al posto di Piermarini. Proprio da una bella azione alla mezz'ora arriva il goal che riapre la partita. Cappelli passa a Bruni che con il contagiri manda in porta Alimandi. La posizione è defilata, e da lì non è facile infilare il portiere, ma il bomberone dopo uno stop perfetto, piazza la palla che si infila sotto l'angolino. Davvero un bel goal. Il forcing finale, purtroppo però, non provoca nessun risultato. Nella sfida per aggiudicarsi i play-off esce vincente il Vengrande. Il finale da Monticelli è 3-2.


Sicuramente è venuta a mancare la concentrazione ad inizio partita, fattore determinante, che ha segnato la prima frazione di gioco. Sotto di 3goal non è facile porre rimedio, e così è stato. Una squadra come la nostra non può giocare solo ed esclusivamente quando viene punzecchiata. 
Ora non si può più sbagliare incominciando dal ritorno di Coppa di mercoledì sera, per poi concentrarci interamente sul campionato e quindi sul raggiungimento minimo dei play-off che a questo punto rischiamo di perdere. 






 

PONTE D'ARLI SUPER

PonteD'Arli-BorgoSolestà 2-0










 




 
Le sperenze di poter rientrare in gioco, nella lotta al Campionato partano da quì. Dopo la splendida vittoria col PortaRomana il Borgo cerca il colpo grosso nel recupero di PonteD'Arli rinviato per pioggia. Come già detto, la squadra di Mr.Amatucci tenterà il tutto per tutto, cercando prima di recuperare punti importanti con gli scontri diretti poi sperando in qualche passo falso.

Assente ancora Alimandi, il suo rientro è stato posticipato a domani, causa ponte, per la festa dei 150anni dell'Unità D'Italia. Oltre ai soliti infortunati sono da segnalare le assenze di due squalificati. Celani espulso la partita precedente e Pagnotta appiedato dal Giudice Sportivo per recidività di ammonizione. Mr.Amatucci dispone i suoi con il solito 4-4-2. In porta c'è Capitan Croci. La difesa vede Petrelli a destra, la coppia Scielzo-Gandelli al centro, e Filipponi sulla corsia si sinistra. Centrocampo confermato per 3/4 eccezion fatta per Guerrieri che prende il posto di Felli. Tandem offensivo formato dalla coppia Bruni-Piermarini che ben ha fatto sabato pomeriggio a Monterocco. Dopo quasi 24ore di pioggia di ieri il "terreno" di gioco di PonteD'Arli è ridotto quasi ai limiti del praticabile. Le due formazioni dopo una prima fase di studio, cercano di punzecchiarsi a vicenda. Sicuramente a giocar meglio è la squadra di casa, forte del fattore campo, che cerca di aprire la difesa gialloblu sviluppando il gioco sulle fasce. La prima occasione di fatto arriva al 27' ma è bravo Croci a sventare il pericolo. Il Borgo cerca di uscire fuori e riesce quasi a passare in vantaggio sugli sviluppi di un corner, battuto corto. Cesari trova lo spiraglio giusto per il cross, clamorosamente però 3 giocatori, soli dentro l'arietta di rigore, non riescono ad impattare la sfera che termina a fondo campo. Fatale per gli altri sicuramente è stato il movimento di Filipponi, che essendo il primo a non colpire la palla, ha messo fuori causa i suoi compagni. Proprio sullo scadere della prima frazione di gioco arriva la doccia fredda. Sembrava esser finito il primo tempo quando Ficerai con un tiro dal limite regala il vantaggio al PonteD'Arli. Croci non può fare nulla, fatale per lui oltre all'errore di Petrelli,che regala palla all'avversario, anche l'indecisione di Gandelli che temporeggiando, copre la visuole al capitano gialloblu. Finisce il primo tempo sul parziale di 1-0 per i padroni di casa.
La ripresa vede la situzione complicarsi ulteriormente. Infatti a fare la partita sono sempre gli avversari, che cercano di chiudere definitivamente il match, contro un Borgo demotivo, con uno spirito quasi arrendevole. Il baricentro della squadra di Mr. Amatucci è decisamente basso, e non si riesce nemmeno lontanamente ad apportare dei pericoli. Nemmeno la fase di copertura è positiva, ed i rischi sono persistenti. Sulla fascia sinistra c'è l'uomo più pericoloso ed ispirato del match, e non si capisce per quale motivo sia sempre e costantemente libero di fare ciò che vuole. Dopo aver seminato il panico e aver sfiorato il goal in più di un'occasione ecco arrivare il raddoppio. Proprio a coronamento di una prestazione super ecco arrivare il goal dell'ala destra del PonteD'Arli che mette la parola fine su una partita stradominata dai biancoverdi. Nonostante i cambi l'andamento della gara rimane costante. Dopo 2min di recupero termina l'agonia e con essa anche la relativa speranza di tornare a sperare nel Campionato. Finale di 2-0
Il prossimo appuntamento sarà domenica pomeriggio, a Monticelli, dove i gialloblu del Presidente Procaccini non potranno sbagliare contro il Venagrande, attualmente in sesta piazza. Una vittoria servirebbe a mantenere le giuste distanze dai diretti avversari e darebbe di conseguenza la certezza del raggiungimento minimo dei play-off. 



IL PAGELLONE 

CROCI voto 6 è incolpevole sui due goal che prende ed insieme a Scielzo prova a tenere su una pessima difesa...BERSAGLIO
PETRELLI voto 4 fornisce l'assist sul primo goal e non ne azzecca una, il voto è brutto ma ci aspettiamo molto da lui, forse anche perché ci ha abituato bene... SPAESATO
SCIELZO voto 6 il migliore unico a salvarsi nel disastro della difesa di Ponte D'Arli, ma soffre contro avversari molto forti...STOICO
GANDELLI voto 4.5  è in un periodo no e si vede, tutto sempre in affanno...ASMATICO
FILIPPONI voto 4 dovrebbe dare molto di più, invece è sempre impaurito e insicuro , le azioni che ripartono da lui si fermano sul nascere, in più si fa saltare sempre come un paletto da sci...unica attenuante avere sulla sua corsia il più pimpante degli avversari...EVANASCENTE
FULVI voto 5 entra e gli viene assegnato il compitaccio. Mettere la palla a terra in un campo così sabbioso e  tendente al paludoso, è davvero impossibile. Finisce nel nascondersi...SCOLARETTO
NARDINI voto 5.5 solita corsa ma questa volta a vuoto, insieme al collega non riesce mai a prendere le redini del centrocampo...INCARTATO
DI CESARE F. voto 5  non è in grande giornata, ha l'attenuante di staccare all'ultimo dal lavoro, tanto da arrivare al campo ancora in divisa. Prova nonostante tutto il tiro da fuori in più di una situazione, ma i risultati sono scadenti, ci aspettiamo anche da lui molto di più...INCEPPATO
CESARI  voto 5.5  non può mai attaccare, perché deve fare il lavoro suo e quello di Filipponi, una sola fiammata quella palla messo al centro che viene mancata da 3compagni...SACRIFICATO
FELLI voto 4.5 entra per dare la svolta al match, ma finisce solamente nel dar fastidio a Scielzo...INSETTO
DI CESARE C. voto s.v. anche qui, entra negli ultimi cinque minuti e non è giudicabile.
GUERRIERI voto 4.5  da lui ci si aspetta corsa e grinta, sembra partire bene poi però si perde misteriosamente, cerca come al solito giocate inutili che creano solo paure ai propri compagni...SVALVOLATO
PIERMARINI voto 6  sbaglia qualche appoggio ma sicuramente sta meglio rispetto agli altri, infatti ci mette molta corsa. Gli unici spunti positivi della partita partono dai suoi piedi e da quelli di Cappelli...GENEROSO
BRUNI voto 5.5  non è in giornata, lasciato solo davanti ci mette tanta grinta, corre i rincorre tutti solo che poi finisce con il perdere lucidità. Preso anche dal nervoso si incaponisce con gli unici due palloni giocabili...ARIETE
CAPPELLI voto 6  entra nella ripresa quando ormai i giochi sono fatti. I miracoli ancora non li fa, però è da apprezzare per la voglia che ci mette. Non a caso gli unici cross della partita sono i suoi...VOLENTEROSO

Polisportiva Borgo Solestà



Il calcio è il nostro sogno,

E i sogni si conquistano con i sacrifici.




Terza categoria

__________________________________

Alcuni pensano che il calcio sia una questione di vita o di morte. Non sono d'accordo. Posso assicurarvi che è molto, molto di più.